Sta per nascere qualcosa di nuovo

Arezzo Wave, il più grande festival rock italiano, all’età di 20 anni cambia casa. Negli ultimi anni, da festival rock per le nuove tendenze, Arezzo Wave è cresciuto presentando nuove sezioni culturali e nuovi palchi: letteratura, cinema, teatro, cabaret, fumetti, danza, arte contemporanea, mostre figurative. Queste le attività in cui il festival si è distinto, divenendo nel tempo unico nel suo ventaglio di proposte.

Nasce così "Italia Wave": l’area individuata per la maggior parte degli eventi della nuova rassegna è collocata nello splendido parco di Villa Montalvo a Campi Bisenzio nella provincia di Firenze: ha una superficie di più di 30 ettari, ovvero 10 volte l’intera superficie di Arezzo Wave 2006, è perfettamente collegata all’intersezione di due autostrade, la Firenze-Mare e l’Autostrada del Sole e a 10 Km dall’aeroporto internazionale di Firenze.

"Italia Wave", figlia di Arezzo Wave Love Festival, manterrà l’ingresso gratuito con un biglietto facoltativo che sarà pagato solo dopo le 21.15, come già sperimentato nell’ultima edizione di Arezzo Wave.



piccolo report dal mio weekend al mei:

che palle!

girare con lo staff della FAWI è stato veramente la mia unica salvezza.

Momenti stupendi

Sto guardando accidentalmente Matrix di Mentana.

Si parla della storia di un paese europeo che prima, con le vignette danesi, dice "qua nessuno si offende quando prendono per il culo il papa! noi siamo un paese moderno! e che cazzo!" e ora tutti a dire "Crozza è un imbecille"

cose strane eh?

Finanza creativa

Uno dei grandi problemi di questa finanziaria è stata la grande mancanza di fondi per la ricerca.

Signori ho la SOLUZIONE DEFINITIVA.

I centri di ricerca di una nazione XX scoprono un nuovo virus che potrebbe potenzialmente uccidere il mondo intero? BENISSIMO! Le casse dello stato ne troveranno giovamento!

A questo punto il riccone o l’azienda YY di turno deciderà di accaparrarsi il nome del virus facendosi publbicità in tutto il mondo.

"apriamo questa edizione del telegiornale con l’emergenza Virus CocaCola Light"

ok scusate, io ci sto ridendo da 10 minuti.

Mi da fastidio

Mi da MOLTO fastidio la televisione quando parla di "velo integrale" chiamandolo semplicemente "velo".

Le suore hanno il "velo" da una vita e nessuno ha mai detto nulla.


Un velo non influisce sulla riconoscibilità delle persone, il viso è scoperto.

Il velo integrale ti copre anche il viso

Ecco, non sono differenze da poco e non ci si può permettere di parlare di queste cose alla cazzo… poi incontri gente per strada che è contraria anche al velo a tutte le donne che non sono suore.

Rinneghiamolo!

Quattordici canzoni d’amore dalle atmosfere swing, alle melodie della canzone napoletana al valzer. E’ l’ultimo cd di Mariano Apicella ‘L’ultimo amore’, presentato stasera al Blue Note di Milano, nei negozi da venerdi’ 10.
La serata si e’ aperta con la lettura di una dedica scritta da Berlusconi per la copertina del disco. L’ex presidente racconta dell’incontro, a Napoli, nel 2001 con Apicella che suonava una ‘bellissima musica" mentre le parole erano meno belle.
A questo punto Apicella attacca con ‘Tempo di rumba’ per passare poi, accompagnato da una orchestra di 13 elementi diretta da
Demo Morselli, a ‘Le stagioni del cuore’, fino a ‘Come faro”, un brano particolarmente caro a Berlusconi e che ricorda un valzer francese.
A fine serata, a fare un saluto e un applauso ad Apicella anche il direttore del Tg4, Emilio Fede.

Rolesi!
Rinneghiamo ufficialmente Demo Morselli.

Milonga Station

Fa impressione vedere sto nuovo spettaccolo di Lucarelli ambientato tutto dentro al Fuori Orario.

E` una sensazione strana, sembra un luogo diverso da quello che vedo circa una volta ogni due settimane. Un posto senza gente felice, senza musica quasi assordante, senza gente sudata che si riposa sulle panchine, senza neofiti che si guardano attorno stupiti dalla bellezza del locale.

E` un po’ come vedere gente che gira per casa tua, seduto comadamente sul divano un martedì di inzio inverno a mezzanotte circa



Poscia Scritto
 
Scendi mi è testimone, sta stronzetta vede le cose prima che accadano.

Location:
latteria in montagna reggiana

Quando:
un mesetto fa

Act:
Pelo:  oh eli lo sai che Lucarelli fa il suo programma nuovo al Fuori Orario? parleranno dei libri famosi!
Frine:  Sì me lo immagino già parlare de "Il Vecchio E Il Mare"… guarda la telecamera e dice "lasciamo il pescatore, ma non dimentichiamolo."

no ecco…
CVD
è andata ESATTAMENTE così.

bah

Fermi tutti – esegesi di un post scritto male.

Per la prima volta nella storia di questo blog mi tocca spiegare per bene quel che ho scritto.

Solitamente sono molto diretto in quello che scrivo, la prima volta che decido di fare un post un po’ criptico in cui non spiego per bene ogni singola frase… si scatena il casino.

Che cazzo Bocca fa solo post criptici e nessuno gli dice nulla

Molti utenti non han capito, e tra questi anche mio padre, quello che ho scritto il 22 Ottobre.
Questo non significa che i lettori siano dei poveri coglioni, significa semplicemente che, come gestore di questo blog, devo capire che sono letto da molta gente, gente che potrebbe interpretare male quello che scrivo, gente che chiaramente non può sapere esattamente quello che voglio dire e il “tono” con cui scrivo certe cose.
Aggiungiamoci anche che non sono un grande genio della scrittura e il gioco è fatto.
In pochi sanno riportare le proprie emozioni in un modo netto e preciso.

Indi mi scuso con il miei lettori e con le persone che si sono sentite -erroneamente- tirate in ballo. Scusate ancora.


Veniamo alla esegesi del post, giusto per evitare di lasciare dubbi.

Stasera ci siamo incontrati per vedere di iniziare a organizzare la proiezione di qualche film con qualche contenuto interessante.

Tutto vero, verissimo. Ci troviamo domenica prossima per decider eun nome del nostro gruppettino e per inziare a pensare al modo grafico con cui ci presenteremo (logo, volantini blog ecc).

I libri sono gli stessi della vecchia collocazione con qualche, ahimé poca, novità.

Vero anche questo, c’è da dire che le poche novità sono fighe, ma rimangono poche; speriamo aumentino.

Un paio di cose non riesco a spiegarmele però.

E qua inizia il casino

Ci sono riviste mensili e settimanali in pubblica visione che mi lasciano un po’ perplesso.
Tra l’altro l’unica rivista di musica presente credo sia una tra le più scandenti in commercio… io avrei puntato su Rumore o sul Mucchio Selvaggio.

Ok, sono state comprate all’ultimo indi sono io che faccio il saputello senza sapere come van le cose.

Faremo in modo di far comprare loro RGB Magazine ๐Ÿ™‚

L’idea rimane ๐Ÿ™‚

Beh gli spazi ci sono, spero ci sia gente che inizi a sfruttare per bene questi spazi.

Ho notato un casino di ragazzini che vanno a sfruttare il Jolly di pomeriggio; è una gran figata.
Non a caso non vado mica a studiare di pomeriggio… devo preservarmi dal gran casino se no non ci campano un cazzo.

Io ho intenzione di sfruttarli ma onestamente non ho tanta voglia di metterci mano impegnando tempo e forze senza avere nulla in cambio.

Questa è molto semplice da spiegare ma evidentemente non si capisce per come l’ho scritta.
Ho intenzione di sfruttare il più possibile gli spazi del jolly ma al momento non mi posso permettere di metterci mano cercando aiutare ecc.

E` un periodo very incasinato in cui non posso far sì che il tutto mi si incasini sempre di più.
Ho la brutta abitudine di prendermi impegni e di offrirmi per cose che poi mi incasinano e basta.
Poi lo so come va a finire, ho idee e non ho tempo di metterle in pratica o se le metto in pratica le faccio di merda. Se mi prendo un impegno o se mi offro per qualcosa devo essere sicuro di poterlo portare alla fine senza problemi, dando il meglio di me.

Se ti offri per qualcosa devi essere in grado di farlo al TOP. ecco.

Poi sì ho scritto una frase molto molto male.
Scusatemi, cari lettori, ma ho cancellato la frase per evitare che venga letta ancora male e che venga vista come atto -inutile- d’accusa.
Non ho niente contro la Martina.. nella mia testa voleva essere esortativa nel senso “per fortuna che almeno se ne occupa qualcuno con le palle”.. ma evidentemente ho fatto proprio una cagata.
Anche perché basta conoscermi un poco per capire che non sono il tipo di persona che odia la gente a caso, senza veri motivi.

Ok spero di essermi spiegato.

Amari – Bottino post concerto

Sono da sempre dell’idea che il try & buy sia l’unica cosa che i giovani squattrinati si passono permettere di fare.
Non ti puoi permettere di comprare cose così alla cazzo solo perchè ti piace una canzone.
Ieri sera, non a caso, ho saccheggiato il banchetto degli Amari.

Beh con gli Amari ho affrontato un processo molto interessante.
Sono grande fan delle cose promosse da Cyc Promotions e parlando con duino’s man Evaristo mi fu detto "ascoltali, fanno cose strane che a te piacciono di sicuro"; cazzo aveva ragione. Ho avuto modo di scaricarmi TUTTO e scoprire che mi piacciono parecchio.

A questo punto è chiaro che se posso li supporto… pian piano mi con comprato tutte le pubblicazioni, un paio di magliette e un fottio di spillette.. tra me e la caccola siam messi super bene ๐Ÿ™‚

Beh ieri sera bel concertino con volumi sballatissimi… magicamente la voce di Pasta era completamente assente, c’era un cazzo di freddo porco e il pubblico era caldamente di merda

Scaletta molto figa, mi sa che mi tocca andare a Mantova.. magari accompagnato da Claudia e Mehdi.

Beh colgo anche l’occasione per salutare il giovane eMa! the real cuttin’ edge guy hahahaha poveretto ha dovuto subire le mie espressioni facciali miste tra "yeah compro TUTTO" e "uh.. ma son soldi che van via" viva viva gli sconti del banchetto

e fanculo a hatingline, per una volta scazza anche quel blog

PS:
Ah sì, Apotheke non è presente ma ce l’ho eh

Commenti ecc in flickr