Il Pelo nell'uovo

il vecchio blog di Pelodia indiscutibilmente pieno di cose imbarazzanti. [Blog M O R T O]

Il Pelo nell'uovo - il vecchio blog di Pelodia indiscutibilmente pieno di cose imbarazzanti. [Blog M O R T O]

Vendo biglietti – The National 29 luglio 2014 – Vittoriale – Gardone Riviera (BS)

Ho comprato due biglietti per andare a vedere The National al ​Vittoriale di Gardone Riviera il 29/07/2014 per poi scoprire solo qualche giorno fa che non riuscirò ad esserci.

Rivendo i due biglieti al prezzo di costo: 50€ x 2.
BIGLIETTI VENDUTI IL 4 LUGLIO 2014

Posti in platea - FIla L - Zona Centrale

Posti in platea – FIla L – Zona Centrale

Riepilogo:
N. 2 biglietti per The National

Posti: Platea, fila L, Centrale
Totale: 50€ x (2

scrivetemi pure a pelodia @ gmail.com

L'arena del Vittoriale. La platea. L'arena del Vittoriale

I The National sono un gruppo musicale indie rock formatosi a Brooklyn (New York) ed attivo dal 1999. I testi della band sono tutti scritti e cantati da Matt Berninger, cantante con voce baritonale. Con lui nella band, due coppie di gemelli: Aaron e Bryce Dessner, Scott e Bryan Devendorf. Al gruppo si unisce spesso Padma Newsome, cantante e tastierista dei Clogs, che cura gli arrangiamenti per gli archi e le tastiere. fonte: Wikipedia

Quindi internet non è la fonte di tutti i mali musicali?

Ok si parla di dati USA quindi non proprio allineati ai dati italiani ma di sicuro quanto meno simili.

Detto proprio in due parole: nel 2011 il 35% delle acqusizioni musicali digitali si è effettuato legalmente, pagando; il 65% senza pagare. Solo il 15% del totale è però frutto di peer-to-peer e addirittura solo il 4% viene da digital locker (megaupload ecc)

Quindi sì, c’è ancora tanta gente che scarica e pochi che pagano ma c’è soprattutto tante gente che si copia il cd direttamente oppure che si scambia gli mp3 con gli amici passando da hard disk ad hard disk :)

Riportando poi la chiosa di Torrent Freak

Even if all online music piracy disappeared tomorrow, more than half of all music acquisitions would be unpaid.

But maybe the RIAA will go after these offline swappers next. The TSA could perform piracy scans of travelers’ computer equipment, for example. Or perhaps schools could search MP3 players, phones and computers of their students for unpaid music?

Just a thought.

fonti: prima letto in ilfattoquotidiano.it e poi approfondito in torrentfreak.com